CNR

Variazioni di bilancio e PdgP

Cari Colleghi,
a seguito della circolare 25 del 2015 del 3 Novembre, alcuni di voi mi hanno scritto per conoscere i tempi entro cui sarà possibile ottenere l’approvazione da parte del CdA delle variazioni di bilancio sottoposte all’approvazione del CdA.
La circolare n. 25, infatti, prevede che potranno essere inserite modifiche ai Piani di gestione 2015 in c/competenza che, ai sensi del comma 3 dell’art. 21 dl vigente RACF, comportano variazioni e/o storni al bilancio di previsione da sottoporre all’approvazione del CdA, entro il 22 novembre p.v.

Purtroppo il ritardo nelle nomine del nuovo CdA, da parte del ministro, comporta che se il CdA non approverà entro tale data le variazioni in oggetto esse non potranno essere inserite nel Piano di gestione.
Tutto ciò mentre, con la motivazione del PdgP si assiste all’elaborazione in pochi giorni di documenti di programmazione scientifica di prospettiva, inclusa la posizione internazionale della ricerca CNR, con tempi incompatibili per una seria discussione con il personale di ricerca che dovrebbe essere protagonista e che a tale programmazione dovrebbe concorrere.

Nel momento in cui scrivo il CdA del CNR non può essere convocato neanche per l’ordinaria amministrazione o per deliberazioni urgenti e indifferibili perché esso è attualmente composto dal solo Presidente Nicolais e da Gennaro Ferrara, il cui mandato è ormai scaduto e in regime di proroga. Gli altri membri del vecchio CdA sono invece decaduti essendo terminato anche il periodo di proroga.

Se il ministro, che dispone di tutti gli elementi per procedere, non dovesse nominare i nuovi membri del CdA nei prossimi giorni sarà impossibile procedere alle variazioni di bilancio entro i tempi stabili ed imposti dalla chiusura del bilancio.

Considerando che le variazioni di bilancio non potevano essere approvate dal vecchio CdA già da vari mesi, questa scadenza potrebbe mettere in seria difficoltà la rendicontazione di alcuni progetti.
Per riuscire a quantificare il danno potenziale per la rete scientifica, prego tutti i responsabili di progetti che ritengono a rischio la rendicontazione dei propri progetti in conseguenza del mancato inserimento delle variazioni di cui sopra nel piano di Gestione, di farmi pervenire con un minimo di dettaglio la propria previsione in caso di mancata approvazione delle variazioni di bilancio da parte del CdA.

Un cordiale saluto
Vito Mocella

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.