CdA CNR Sintesi

Sintesi del CdA del 1 Settembre e decreto di semplicazione degli EPR

Cari Colleghi, il 1 Settembre si è tenuto il CdA dell’Ente.
Con riferimento all’OdG allegato di seguito è stato deciso quanto segue.
Sono stati nominati i componenti del Comitato di Selezione per il Consiglio Scientifico. I nomi, a seguito delle indicazioni pervenute dalle diverse Istituzioni scientifiche consultate, sono i seguenti:
Almagr Gorbea Antonio – CSIC
Iannuzzi Davide – ERC
Papa Carmelo – Confindustria
Patrono Carlo – Accademia dei Lincei
Zerial Marino – Royal Society

Sono state nominate poi le commissioni relative alla selezione dei direttori di dipartimento, di cui ai punti successivi.

La discussione che è seguita nelle varie ed eventuali ha riguardato le novità relative allo schema di decreto sulla semplificazione dell’attività degli EPR, su cui a breve le Camere dovranno esprimere il proprio parere.
La preoccupazione di tutti i membri del CdA si è soffermata sulla sostanziale impossibilità per l’Ente di reclutare personale se, per poter procedere a nuove assunzioni, dovesse permanere il vincolo dell’80% nel rapporto fra spese di personale gravanti sul FOE ed il FOE stesso .
Il presidente ha assunto l’impegno di chiedere al governo un’introduzione progressiva di tale misura, assieme all’ovvia richiesta di aumento del FOE che è, nel caso del CNR, particolarmente sottodimensionato.
La mia opinione sullo schema di decreto, espressa anche in sede di CdA, è fortemente negativa in quanto gli aspetti negativi sono molteplici e superano di gran lunga i pochi aspetti positivi.
Oltre alla preoccupazione per il blocco di assunzioni per vari anni che deriverebbe dal limite dell’80%, il decreto prevede una riduzione ulteriore del FOE con l’istituzione di un fondo premiale a scapito dello stesso e non premia in alcun modo la capacità dell’Ente di attrarre fondi esterni.
Globalmente l’autonomia degli Enti non esce affatto rafforzata da questo schema di decreto che, anzi, in modo del tutto inatteso, si propone persino di abrogare l’articolo 8 della legge 168/89 (la cosiddetta legge Ruberti) che sancisce il collegamento della nostra autonomia all’art. 33 della costituzione.

Per questi motivi mi adopererò, sia in seno al CdA che all’esterno di esso, per richiedere l’introduzione di tutti i correttivi necessari a rendere tale decreto utile agli Enti e non punitivo come esso oggi appare, in particolar modo nei confronti del CNR.
Un cordiale saluto.
Vito Mocella


Ordine del Giorno dle 1 settembre 2016:

  1. COMUNICAZIONI DEL PRESIDENTE
  2. NOMINA DEI COMPONENTI DEL COMITATO DI SELEZIONE DEL CONSIGLIO SCIENTIFICO
  3. NOMINA DELLE COMMISSIONI PER LA SELEZIONE DEI DIRETTORI DEL DIPARTIMENTO SCIENZE BIO-AGROALIMENTARI E DEL DIPARTIMENTO SCIENZE CHIMICHE E TENOLOGIE DEI MATERIALI
  4. VARIE ED EVENTUALI

Lascia un commento