CdA CNR Sintesi

Sintesi del CdA del 5 aprile 2018

Cari colleghi,
di seguito trovate la sintesi del CdA dello scorso 5 aprile, il cui OdG è disponiibile qui.

Al punto 2 è stato analizzato il punto relativo alla revoca totale, da parte del MIUR, delle agevolazioni concesse per il progetto PON01_02812 PITAM “Piattaforma tecnologica avanzata per rilievi di parametri geofisici ed ambientali in mare” e per quello PON01_02848 STIGEAC “Sistemi e tecnologie integrate per il rilevamento e monitoraggio avanzato di parametri geofisici ed ambientali in aree marino-costiere”, proposti dall’Istituto per l’Ambiente Marino Costiero (IAMC) e di cui la società SoProMar era il soggetto capofila.

I progetti hanno avuto formale conclusione al 31 dicembre 2015 e tutti gli obiettivi prefigurati sono stati raggiunti con successo come testimoniato dai verbali di valutazione finale dove tutti gli Obiettivi Realizzativi risultano pienamente soddisfatti concludendo che il giudizio finale per il progetto PITAM sia “ottimo”, per STIGEAC “eccellente”.

il MIUR cita nel provvedimento di revoca le raccomandazioni dell’ OLAF, l’ ufficio europeo per la lotta antifrode , che riporta varie osservazioni incentrate sulle numerose rimodulazioni dei progetti STIGEAC (4 decreti di rimodulazione) e PITAM (5 decreti di rimodulazione) con riduzione del numero dei partner di progetto, riduzione del numero di Regioni della convergenza coinvolte e cambio radicale delle categorie di spesa.

Da un punto di vista giuridico i provvedimenti di revoca presentano diversi profili di dubbia legittimità amministrativa oltre che sostanziale poiché le rimodulazioni in questione erano state tutte approvate dal ministero vigilante.

Il CdA ha pertanto deciso di non procedere alla restituzione delle somme richieste dal MIUR, di dare mandato per opporsi in giudizio alle richieste di restituzione del MIUR e di dare mandato al Direttore Generale f.f. di costituire una Commissione di indagine interna diretta ad accertare eventuali profili di responsabilità ascrivibile al personale dell’Ente (delibera 57/18).

Con l’occasione, poiché mi risulta che l’Ente vanti numerosi crediti verso il MIUR e non solo, ho chiesto all’amministrazione un elenco analitico di tutti i residui attivi presenti, quantomeno di quelli di un certo rilievo, nonché un’evidenza di tutte le azioni già effettuate per recuperare i crediti e un impegno della stessa ad effettuare tutte le azioni legalmente possibili per recuperarli.

Al punto 3 è stato revocato l’acquisto dell’immobile “ex Myrmex” da adibire a sede dell’Area di Ricerca di Catania (Delibera 58/18). Avevo già espresso le mie perplessità circa tale acquisto nel CdA dello scorso 27 giugno 2017 in cui avevo esplicitato le motivazioni che avrebbero dovuto spingere il CNR a non avviare le procedure per tale acquisto. Ho confermato, pertanto, la mia soddisfazione per la revoca dell’acquisto assieme al dispiacere per aver, in tal modo, perduto del tempo prezioso che poteva utilmente essere impiegato per l’acquisto di un’area di Ricerca a Catania.

Al punto 4 è stato autorizzato il conferimento a Bruno Coppi, professore emerito al Mit Massachusetts Institute of Technology,di associazione al CNR con incarico di ricercatore emerito (delibera 59/18).

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.