CdA CNR Sintesi

Sintesi – CdA del 28 giugno 2018

Cari colleghi,
di seguito la sintesi del CdA del giorno 28 giugno 2018 il cui OdG è qui disponibile.

Al punto 3 è stato ratificato il decreto del presidente relativo alla partecipazione del CNR a cinque Associazioni Cluster nell’ambito della Smart Specialization Strategy promossa dalla Regione Basilicata (cf. link al Decreto 0042979/ 2018 sui Cluster della Regione Basilicata).

Al punto 4 è stato approvato il rendiconto del bilancio per l’esercizio 2017 (Rendiconto definitivo 2017 ).
Rimando alla lettura dello stesso per un’analisi approfondita . Mi limito a riportare il dato che l’avanzo di amministrazione dell’esercizio 2017 è pari a 162.301.388,02 € e la parte non impegnata e ancora disponibile per utilizzi non previsti è pari a € 46.219.533,96.
Per quanto riguarda il possibile utilizzo di tali somme ho ricordato la necessità di finanziare i bandi Blue Sky e di pagare la somma di 4.2 milioni di euro previsti per il 2018 dall’accordo CNR-ILL.
Ho, inoltre, evidenziato che nell’elenco delle società partecipate era omessa la ben nota Principia SGR, e pertanto ho chiesto di integrare l’elenco in tal senso.

Al punto 5 sono state approvate le consuete variazioni di bilancio proposte dai centri di responsabilità dell’Ente.

Al punto 6 è stata approvata la costituzione dell’Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale (ISPC) conseguente alla fusione degli Istituti IBAM, ITABC, ICVBC e ISMA (cf Delibera 114-2018).
La sede principale dell’istituto è stata individuata a Napoli, in Via Cardinale Guglielmo Sanfelice 8, e l’istituto sarà composto da 6 Sedi Secondarie (Milano, Firenze, Roma, Lecce, Potenza e Catania) e da 3 URT (Napoli, Cosenza e Palermo).
Ai sensi della delibera 29/2018, a far data dal provvedimento di costituzione dell’ISPC decorreranno i 30 giorni per l’esercizio del diritto di opzione da parte di tutto il personale CNR.
Tale opzione non prevede nulla osta, né in ingresso né in uscita, ed include la portabilità di fondi, progetti di ricerca, e strumentazioni per le quali non è necessario il parere dei rispettivi Direttori di Istituto e di Dipartimento, come “erroneamente” riportava la relazione di accompagnamento. La delibera 29/2018 è, per altro, molto esplicita e chiara in merito ed ho pertanto chiesto l’applicazione letterale del diritto di opzione.
In fase di discussione, pur apprezzando lo sforzo effettuato per la condivisione di tale progetto, ho evidenziato alcune omissioni procedurali (non è presente il parere del consiglio scientifico di dipartimento, non è stato mai nominato l’esperto esterno come prevedeva la delibera 29/2018,…) ho sottolineato che la sede principale individuata è quantomeno anomala in quanto non è sede – né principale né secondaria- di nessuno dei 4 istituti originari.

Al punto 7 è stato approvata la proroga del comando di un dipendente della Fondazione Toscana Gabriele Monasterio presso l’Istituto di Fisiologia Clinica sede di Pisa, per il periodo di un anno, con il trattamento economico fondamentale ed accessorio a carico della Fondazione stessa.

Al punto 8 è stata approvata la partecipazione del CNR alla Società denominata Maritime Technology Cluster FVG S.c.r.l., con sede legale in Monfalcone (GO), con il versamento di € 30.000,00, quale quota di partecipazione al capitale sociale (Delibera 116-2018).

Al punto 9 è stata approvata una rettifica della delibera n.62 del Consiglio di amministrazione del 12 aprile 2018 relativa alla “Variazione di bilancio a valere sul Fondo progetti strategici di interesse nazionale per il trasferimento del contributo per la realizzazione del Progetto straordinario Tesoro della Lingua Italiana delle Origini (TLIO) – Quota FOE 2017, in quanto lo schema sottoposto riportava una non congrua definizione delle effettive variazioni di bilancio.

Al punto 10 è stata accettata la donazione di Vassili Fotis, per una somma di euro 500.000,00 a favore dell’Istituto di Fisiologia Clinica a sostegno della ricerca scientifica concernente il Progetto “Medicina Rigenerativa”.

Al punto 11, varie ed eventuali, ho chiesto di avere informazioni circa la richiesta di proroga della concessione del finanziamento nel quadro dell’Intesa MIUR-CNR per l’area di ricerca di Catania, attualmente in scadenza al 30/6/2018.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.