Difendiamo la RICERCA LIBERA E PUBBLICA – Comunicato PRECARI UNITI CNR

Forum Argomenti Ricerca Difendiamo la RICERCA LIBERA E PUBBLICA – Comunicato PRECARI UNITI CNR

  • This topic has 0 risposte, 1 partecipante, and was last updated 3 weeks, 6 days fa by Marta Precari Uniti Cnr.
Visualizzazione 0 filoni di risposte
  • Autore
    Articoli
    • #8175
      Marta Precari Uniti Cnr
      Partecipante

      Inoltriamo il comunicato che come PRECARI UNITI CNR abbiamo inviato a tutti i colleghi del CNR. Speriamo possa essere motivo di discussione costruttiva.

      Cari Colleghi,
      La recente bozza della Legge di Bilancio, oggetto di discussione in parlamento nelle prossime settimane, mette a serio rischio la sopravvivenza stessa della RICERCA LIBERA e PUBBLICA.
      Da un Governo che, tra mille proclami, si è sempre dichiarato impegnato al rilancio della Ricerca Pubblica, anche attraverso la valorizzazione del personale, ci saremmo aspettati ben altro. Ed invece ancora una volta, ed in maniera ancor più drammatica, ci ritroviamo a fare i conti con una Legge di Bilancio che non solo prevede NESSUN nuovo investimento per la Ricerca, ma che con gli articoli 28 e 29 ne mette a serio rischio lo sviluppo e l’operatività!
      Gli effetti dell’eventuale conversione in legge della bozza attuale, senza un opportuno rifinanziamento del comparto, sarebbero DEVASTANTI per TUTTO il personale, sia strutturato che precario.
      ● Art. 28: Istituzione dell’Agenzia Nazionale per la Ricerca, un nuovo salotto politico, pieno di poltrone, che drena fondi destinati alla ricerca (300 milioni dal 2022!)
      ● Art. 29: Riduce a 70% le spese ammissibili per il personale, che attualmente sono al 80%, e inserisce nel computo totale anche i costi dei rapporti di lavoro “flessibili” e a quelli relativi al personale che insiste sui progetti finanziati con fondi “esterni” rendendo praticamente impossibile contrattualizzare nuove posizioni.

      SAREMO COSTRETTI A RINUNCIARE A:
      ● Completamento del processo di stabilizzazione;
      ● Progressioni di carriera;
      ● Passaggi di livello;
      ● Rimodulazione del salario accessorio;
      ● Programmazione di nuove assunzioni.

      Noi Precari Uniti, pur senza rinunciare alla nostra identità e ai nostri obiettivi, ci rendiamo conto che non è più possibile distinguerci in categorie e restare a guardare il PEGGIORAMENTO che questo Governo vuole apportare a chi la Ricerca Pubblica la fa ogni giorno!

      Siamo chiamati TUTTI in piazza come RICERCATORI E LAVORATORI UNITI, di tutti gli ENTI PUBBLICI DI RICERCA, per rivendicare LA GIUSTA VALORIZZAZIONE DELLA RICERCA ED IL NOSTRO DIRITTO ALLA
      DIGNITA’ LAVORATIVA.

      Ed è per questo che INVITIAMO TUTTI AD UNIRSI ALLA BATTAGLIA IN DIFESA DELLA RICERCA LIBERA E PUBBLICA E DELLA VALORIZZAZIONE DI TUTTO IL PERSONALE.

      Oggi più che mai dobbiamo restare uniti e pronti a scendere in piazza nelle prossime settimane per chiedere a gran voce a questo governo
      la completa ABROGAZIONE DEGLI ART. 28 e 29 della bozza della legge di bilancio

      UN SERIO E SIGNIFICATIVO INVESTIMENTO ECONOMICO PER IL RILANCIO DELLA RICERCA E LA
      VALORIZZAZIONE DI TUTTO IL PERSONALE.

      Siamo stanchi di esser presi in giro e di essere rassicurati con i soliti, vuoti, proclami!!

      Precari Uniti CNR

Visualizzazione 0 filoni di risposte

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.