PON ricerca industriale e sviluppo sperimentale – individuazione dei progetti

Forum Argomenti CNR PON ricerca industriale e sviluppo sperimentale – individuazione dei progetti

Questo argomento contiene 3 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da  gt 2 mesi, 2 settimane fa.

  • Autore
    Articoli
  • #1734

    Vito Mocella
    Moderatore

    Cari colleghi, come molti di voi sanno è stato pubblicato alcuni giorni fa l’ “Avviso per la presentazione di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale nelle 12 aree di specializzazione individuate dal pnr 2015-2020”.

    A differenza di precedenti bandi, questa volta ciascun Soggetto Proponente può partecipare a un numero massimo di due partenariati pubblico-privati per ognuna delle n. 12 Aree di specializzazione.
    Diventa quindi necessario costruire una procedura chiara e condivisa per decidere i progetti da sottoporre al MIUR e massimizzare le possibilità di successo dell’Ente, presentando i migliori progetti.
    In modo schematico sono possibili due approcci, entrambi con alcuni lati positivi e alcuni negativi: un approccio bottom-up ed uno top-down.
    Provo a schematizzare due possibili proposte, realistiche, che combinano gli approcci bottom-up e top-down:
    Bottom up
    1.       Progetti presentati da ricercatori e tecnologi afferenti a meno di quattro diversi istituti.
    2.       Un abstract di tutti i progetti presentati con l’elenco dei partecipanti e il budget di massima è pubblicato sul sito istituzionale
    3.       I ricercatori hanno 10 giorni di tempo per eventualmente procedere con l’aggregazione di più progetti. Al termine della procedura, gli abstract finali corredati con l’elenco dei partecipanti e con il budget è pubblicato sullo stesso sito.
    4.       Il consiglio dei direttori di dipartimento procede alla selezione dei progetti da sottomettere al CS  (da decidere se in numero superiore a quelli che è possibile sottomettere) 
    5.       Il CS esprime un parere sui progetti  selezionati dai direttori di dipartimento 
    6. il CdA sulla base della documentazione approva i progetti da sottomettere al MIUR 
     
    Top- down
    1.Individuazione di soggetti autorevoli e competenti per coordinare progetti PON (2 per linea)
    1.1 call interna per auto-candidature (dipendenti dell’ente)
    2. commissione (dir dipartimento ?)  valuta CV pervenuti sulla base di competenza (pubblicazioni con orientamento dimostrato di Ricerca Industriale e in attinenza alle tematica del Bando PON), considerando prioritariamente le candidature di personale in servizio nelle regioni di convergenza
    3. I coordinatori stendono delle  idee progettuali, una prima compagine ecc..e   le proposte  vanno sul sito istituzionale  
    4. bottom-up arrivano le proposte di adesione che vengono vagliate/accorpate/reindirizzate dai coordinatori  gruppo di lavoro
    5.       Il CS esprime un parere sui progetti  selezionati
    6. il CdA sulla base della documentazione approva i progetti da sottomettere al MIUR 

    Cosa ne pensate ?

  • #1740

    gt
    Partecipante

    Caro Vito,
    credo che forse l’opzione top-down sia quella più pratica e lo dico pensando che questi progetti prevedono proposte “territoriali” e multidisciplinari che prevedono un lavoro enorme e a cui dedicare molto tempo con idee abbastanza chiare e sapendo di poter contare sull’appoggio dell’Ente.

  • #1745

    f.febbraio@ibp.cnr.it
    Partecipante

    Caro Vito,
    l’articolo 2 del bando in oggetto cita: “….. con l’obiettivo di creare e stimolare un ecosistema favorevole allo sviluppo “bottom up” di progetti rilevanti attraverso forme di Partenariato pubblico-privato ….”.
    Quindi credo che il CNR dovrebbe adeguarsi a quelle che sono le reali esigenze di un Partenariato pubblico-privato, sebbene possano richiedere maggiore impegno e supporto ai ricercatori, piuttosto che perseguire un sistema top-down, forse più semplice ma che non sembra di successo.

  • #1847

    gt
    Partecipante

    Cari colleghi, per favore, qualcuno può aggiornarmi sulle modalità di partecipazione degli istituti alle idee progettuali presentate al nostro Presidente da alcuni direttori d’istituto? i Direttori di Dipartimento hanno avviato una ricognizione per verificare se tutte le professionalità presenti possano realmente partecipare e contribuire a migliorare le proposte?

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.