riconoscimento TD nelle assunzioni per scorrimenti graduatorie con vecchio CCNL

Forum Argomenti CNR riconoscimento TD nelle assunzioni per scorrimenti graduatorie con vecchio CCNL

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  fede 3 settimane fa.

  • Autore
    Articoli
  • #4862

    valerio.bellini@unimore.it
    Partecipante

    Buongiorno a tutti!
    Premetto che sono favorevolissimo e contento per le stabilizzazioni dei TD
    che stanno avvenendo o sono in procinto di avvenire nei prossimi anni.
    Mi sembra di avere capito che ai nuovi stabilizzandi verra riconosciuto il tempo
    che hanno prestato come TD, grazie anche al fatto che nel nuovo CCNL questa opportunità viene riconosciuta esplicitamente.
    Mi chiedo però se sia giusto che le persone assunte con
    scorrimento di graduatoria precedentemente a questo CCNL invece non abbiamo visto riconosciuto il tempo prestato come TD, ne dal punto di vista economico ne da quello giuridico.
    Come è noto, le persone stabilizzate a seguito della legge Mussi del 2007, hanno dovuto ricorrere per via legali per ottenere questo riconoscimento, e a parte qualche raro caso, sono risultati, nella stragrande maggioranza dei casi, vincitori.
    Per quelli assunti non tramite stabilizzazione ma tramite scorrimento di graduatoria invece la giurisprudenza non è stata univoca e tante persone, me compreso, non se la sono sentita di procedere per vie legali, vista l’incertezza del risultato.
    Quella che si verrebbe a creare è quindi una evidente e ingiusta disparità
    di trattamento tra i vecchi e nuovi assunti.
    Mi chiedo se il CNR abbia intenzione di porsi il problema, o se i sindacati abbiano intenzione, una volta completata la giusta lotta per le stabilizzazioni, di porre anche questo problema all’amministrazione. Avete informazioni o idee su questo punto?

  • #4863

    fede
    Partecipante

    Il problema del non riconoscimento dei contratti a tempo determinato non riguarda solo coloro che sono stati stabilizzati meno di dieci anni fa, ma anche il personale più anziano ex art.23. Hai ragione, qualcuno dovrebbe porsi il problema delle discriminazioni tra il personale dello stesso profilo e livello che si sono venute a creare nel corso del tempo e che continuano a propagarsi in modo sempre più variegato. Il problema si ripercuoterà anche sui concorsi ex art. 15 che si bandiranno, dove paradossalmente un ricercatore con maggiore anzianità potrà vedersi attribuire un punteggio inferiore ad un collega più giovane. La buona notizia è che una recentissima sentenza, a favore di un docente, stabilisce che il diritto giuridico al riconoscimento del TD e alla ricostruzione di carriera non si prescrivono, dunque il ricorso è sempre fattibile. Vista la situazione generale, però, a mio giudizio dovrebbero essere i sindacati a sbrogliare la matassa.

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.